Newsletter MotoLiguria del 15 marzo 2016

News-1 Compalati domina a Città di Castello

Il Campionato Italiano Sidecarcross 2016 è iniziato nel segno di Zeno Compalati candidato al titolo . Assente il compagno di tante gare Matteo Gamba, ancora convalescente per la botta rimediata alla schiena, accanto al portacolori del MC della Superba sul carrozzino è salito Lemuel Ravera. Sono stati dominatori assoluti dalle prove, primi in prova per 2”, in gara-1 tre giri secondi poi sempre primi, sino a gara-2 un giro secondi poi capofila; vittoria di giornata , si parte a punteggio pieno in vista della classifica tricolore. Sempre presente il veterano di Piambottello Celso Zunino, 7° con Cazzulo. Nel corso della settimana si svolgerà un corso per Ufficiali di Percorso presso la sala riunioni dell’Hotel Pian del Sole ubicato in Via Pianferioso, 23 a Sassello (SV); giovedì 17 marzo alle ore 19,00 il docente savonese Marco Bazzano illustrerà la materia Motocross agli ufficiali che solitamente prestano servizio al MC Sassello. Domenica prossima inizieranno due campionati; a Castiglion del Lago (PG)l’Italiano MX1 e MX2, a Mantova la prima delle tre selettive area Nord per le categorie Minicross, classi 65,85,125. Prima ed al momento prova unica quella invece che si disputerà a Colle San Bartolomeo per MX Non Stop; il MC Squadra Corse Badalucco avrà l’onere di organizzare la prima prova dopo gli annullamenti di Sanda e Calvari, a programma 20 manches più due semifinali ed una finalissima, più tre manches per Miniyoung.

News-2 Matteo Rossi secondo nell’Europeo

Le pinete di Donoratico hanno accolto i numerosi partecipanti al Campionato Europeo di Enduro; nella prima due giorni continentale l’unico ligure presente è stato Matteo Rossi, ed al giovane sanremese è mancato un pizzico di sorte per aggiudicarsi la gara, prima 3° poi vittorioso, 2° della classe Junior E1, ma il campionato è ancora lungo e saprà puntare al titolo.

L’impianto Omar Massaboa di Colle San Bartolomeo ha ospitato prova speciale e paddock della prima prova del campionato ligure Enduro; il MC Squadra Corse Badalucco ha recuperato la competizione annullata la domenica precedente, gara perfetta nonostante i problemi al secondo giro per l’ennesimo caso di caso di vandalismo , abbattuti alberi nella speciale e tolte o girate frecce, terrorismo stupido e pericoloso, mirato a destabilizzare la gara, ma intoppi brillantemente risolti dal club e dalla Commissione nonché dall’esordiente Track Inspector Roberto Vanni.

Dei 151 partiti, non molti i ritiri, il leader assoluto è stato Davide Soreca, accompagnato sul podio da Maurizio Gerini e Deny Philippaerts, ancora Luca Rovelli, Manuel Ciarlo, Igor Brunengo, la dice lunga che salvo il toscano verace Deny, dietro a tutti questi liguri di residenza, il primo ligure anche di MC sia Giacomo Marmi (Tre Torri) 8° della Assoluta e vincitore classe Top; sono saliti sul gradino più alto del podio Andrea Colli (Gentlemen, 50 Codice), Andrea Martini (Tre Torri, Cadetti), Leonardo Devincenzi (Superba, Junior), Alessandro Minazzo (Sanremo, Senior), Gabriele Sanguineti (Calvari, Major 1), Renzo Simonetti (Superba, Major 2), Thomas Gianotti (Enduro Sanremo, Major 3), Enzo Michelis (Alassio, Veteran), Giorgio Viglino (Sciarborasca, Territoriali Under/Senior), Luca Orbani (Superba, Territoriali Major), Luca Crosetti (Superba, Territoriali Veteran), Roberto Viano (Sanremo, 85), MC della Superba (Moto Club), Moto Race (Team), Micol Bettinotti (Superba, Lady), Andrea Piola (Divisione Enduro, Territoriali Unica).

In occasione delle Operazioni Preliminari sabato si é tenuta la votazione dei piloti liguri per eleggere il Rappresentante Piloti all’interno della Commissione Regionale Enduro e del Collegio di gara, ecco i risultati : Schede votate 34, nulle 2, bianche 1, Giacomo Marmi voti 29, Davide Dall’Ava voti 13. Marmi resterà in carica sino alla prima gara titolata regionale 2017; in caso di assenza sarà sostituito da Dall’Ava.

Dopo la premiazione si è tenuto un dibattito sui problemi emersi nell’ultimo periodo al quale hanno presenziato i Moto Clubs della Superba(Maggioli, Crosetti), Enduro Sanremo(Dinstuhler, Capacci), Gentlemen (Moretti), Imperia (De Luca, Riga), Sanremo(Benza), Segno(Magnone, Rossi, Verzella), Squadre Corse Badalucco(Biagioni), Tre Torri Albenga(Martini), l’IGAST Alessandro Mancuso, Flavio Ferrarese ex dirigente di Moto Club.
“L’Enduro nel Ponente ligure, presente e futuro”, un titolo che avrebbe meritato ancora più tempo, e soprattutto presenti, sia società che singoli appassionati, grazie alla ospitalità di Serena Biagioni almeno è stato gettato questo seme. I temi che hanno più scaldato il dibattito sono stati i nascituri consorzi, i rapporti con i bikers, le”agenzie viaggi”. Conosciuta la situazione legislativa che già da sola ci limiterà l’attività, i boschi del Savonese ed Imperiese sono secondo molti divenuti un porto franco dei bikers con lavori di allestimento percorsi , spesso strutturali, che fanno ben più danni di quelli di cui sono accusati i motociclisti. Le MTB sono ormai viste da alcuni enti locali come una industria turistica, tollerata ed alla quale bene o male vien tutto permesso, e gli stessi sperano con i corsorzi di arrivare a fondi europei. E’ a tutti chiaro che va coordinata una campagna etica di tutti gli associati FMI per ripulire la nostra immagine; i “tour operators” sono stati segnalati alle Autorità, ma al momento cannibalizzano indiscriminatamente il territorio. Ci sono quelli indigeni, che tutti ben conoscono però una sorta di omertà li copre e autorizza implicitamente , quando poi spesso certe limitazioni sono poste proprio a causa delle loro ”gite”, scorribande che praticano senza regole ed autorizzazioni. Fatto nuovo non il turismo degli stranieri, già più volte segnalato e stigmatizzato, ma ora si sono aggiunti operatori esteri, o italiani commercialmente indirizzati verso il mercato tedesco in particolare, con connivenze locali. E’ opinione della maggioranza che vadano combattuti e qualcuno vorrebbe denunciarli alla Finanza ed ai Comuni; vanno combattute anche alcune Case che supportano questi operators. C’è chi auspica almeno dei tesserini per gli ospiti, che finanzino il ripristino del territorio, si ribadisce che più che le denunce avrebbe senso un peso etico di tutti i praticanti contro chi fa terra bruciata del territorio senza rispetto, di fatto “sputtanano” una intera categoria che viene criminalizzata per il tornaconto di pochi ed il divertimento di molti ignari motards. Qualcuno ha lamentato l’assenza di visibilità sui giornali, ai quali è stata spiegata la critica situazione della carta stampata in provincia di Imperia, altri hanno sollecitato accordi con enti locali e raccolte firme, ma il dato inequivocabile, anche vista la partecipazione, è che intorno a questi argomenti c’è grande pessimismo, dilagante, obiettivo ormai diffuso il “si salvi chi può”. Contro tanta rassegnazione , le cui motivazioni sono diverse e molteplici, é stato varato un comitato straordinario tra le associazioni aderenti FMI della provincia imperiese, coordinato dall’IGAST Mancuso che avrà i rapporti con gli enti locali; delegato il rapporto con Corpo Forestale dello Stato a Flavio Ferrarese . Intanto nel prossimo week end i Major italiani saranno ospiti del MC Sanremo; dalla ex stazione ferroviaria di Arma di Taggia partirà la prima prova del Campionato Italiano, ad ogni giro i piloti affronteranno il Cross test sul ripascimento e l’Enduro Test nei pressi di Civezza. Infine il Minienduro, la nuova Commissione Regionale organizza nel 2016 per la prima volta un calendario di attività rivolte a chi si avvicini all’agonismo, sviluppando un programma che prepari alla pratica multilaterale del fuoristrada. Gli appuntamenti con cadenza mensile a partire da Aprile, saranno suddivisi sia a Ponente che a Levante per facilitare gli spostamenti. Non sono previsti costi a carico dei partecipanti per le attività tecniche. Nell’ottica di scoprire il Minienduro, saranno organizzati appuntamenti di preparazione alle gare del Trofeo Minienduro Nord Ovest “Mario Ferrero”, prima prova domenica 1 maggio a Calvari (GE); sabato 30 Aprile sarà organizzato un corso aperto a tutti i partecipanti con staff tecnico presente per dare indicazioni sia tecniche che organizzative per la pratica dell’enduro. Questa attività si ripeterà per tutti i sabati precedenti le gare del trofeo “Mario Ferrero”; il primo appuntamento in calendario Sabato 9 Aprile presso il Pro-Park di Ceranesi (GE), sarà un modo per conoscerci e divertirci praticando in sicurezza il fuoristrada a 360°, dove proveremo a coinvolgere i nostri amici trialisti, dando cosi la possibilità a tutti di provare anche una specialità nuova! Delegato della Commissione a questa disciplina Cristiano Doimi.

News-3 Martina vince all’esordio su Beta

Spalata la neve, è ancora arrivato un temporale a far temere il secondo rinvio della gara inaugurale Trial Masters Beta, ma per fortuna il sole ha asciugato le zone e reso possibile la gara di Crodo. Prima gara dinuovo su Beta e prima vittoria per Martina Balducchi, che però ha dovuto sudare per battere la giovane rivale superbina Alex Brancati, che si è fermata a +4 penalità, terza Veronica Marrè. Sul podio ossolano sono saliti Salvatore Scopelliti (1° JC), Elia Ansaloni (2° TR3), numerosi gli altri piazzamenti. Bel successo di adesioni alla Mulatrial di Casarza, ben 288 ospiti del MC Stefano Gianelli Stella Corse per la settima edizione “A passo di mulo sui sentieri dei cinghiali”; nel contesto una bella giornata per 33 “Bimbi in moto”, a cura della CSAS Liguria. Sui monti della Val Petronio si sono schierati anche tre tedeschi provenienti da Monaco e Amburgo! Domenica prossima è fissato il secondo corso teorico pratico nella area Trial di Rapallo, ore 9 appello, 9.30 inizio corso, 16 termine.

News-4 Gamarino, Thailandia da dimenticare!

E’ uno dei più belli circuiti internazionali quello di Buriram che ha ospitato il Gran Premio Thailandia, ma il masonese Christian Gamarino se lo ricorderà per tre giorni di jella. La seconda prova del campionato mondiale Supersport è partita per Christian male già al venerdì, problemi tecnici e non potendo “girare” ha colto una pessimo posto in griglia, 20°, settima fila; da qui la gara partiva già compromessa ma Gamarino non è comunque mai riuscito ad esprimersi, mai entrato in zona punti , sotto il traguardo 16°, zero punti non capitava da molto, ma Christian non si scoraggia , scende 10° nel mondiale e guarda già alla prossima prova il 3 aprile ad Aragon. “E’ stata una gara molto difficile, abbiamo avuto un po di problemi tecnici che ci hanno fatto perdere molto tempo. Dopo l’ Australia mi sarei aspettato un’altra gara nelle prime posizioni…ma purtroppo queste sono le gare. Torneremo competitivi ad Aragon!” Venerdì, sabato e domenica prossimi FMI organizza test in vista del Campionato Italiano Velocità a Misano.

Iscriviti alla newsletter FMI

Per essere sempre aggiornato su tutte le attività FMI