MOTO E PREVENZIONE A LOANO (SV), 01/04/2017

Sabato primo aprile la Marina di Loano ha ospitato la manifestazione “Fai il pieno di motori, non di alcol”, dedicata alla prevenzione e alla tutela della salute organizzata dall’Asd Krav Maga Parabellum con il patrocinio dell’assessorato a turismo, cultura e sport del Comune di Loano.

L’obiettivo della giornata è stato di sensibilizzare i ragazzi sul consumo di sostanze alcoliche coinvolgendo il mondo delle motociclette e dei motori.

Nata da un’idea del presidente di Krav Maga Parabellum, Davide Carosa, la manifestazione ha reso protagoniste le motociclette e i motori fuori dalla pista allo scopo di trasmettere ai giovani messaggi importanti catturando la loro attenzione.

Alla giornata ha preso parte anche il Team Di.Di (Diversamente Disabili), che è l’unica associazione in Italia che si occupa di avvicinare al mondo delle due ruote i ragazzi disabili

L’area parcheggio di Marina di Loano è stata allestita come un paddock dove i ragazzi hanno potuto cogliere il contesto del mondo delle corse toccando con mano le moto, parlando con i piloti dei team del Campionato Italiano Velocità e non solo.

Erano presenti le moto del mondiale Moto2 dell’ItalTrans Racing Team, il Team As Motorport (Campionato Italiano di Velocità Supersport) e il Pro Al Racing Team (Campionato Italiano Motorally e a rally raid internazionali) e i Motoclub di Loano, Albenga, Alassio, Riviera e i Loabikers.

Presente anche la Polizia di Stato con il Pulman Azzurro dove i ragazzi hanno potuto provare, attraverso degli occhiali speciali, la sensazione dello stato di ebbrezza e di sonnolenza che si possono presentare alla guida del veicolo corrispondenti ai vari livelli di tasso alcolico.

Davide Carosa spiega che l’abuso di alcol è un fenomeno in crescita tra i giovani e gli adolescenti di età compresa tra gli 11 e i 17 anni per facilitare il loro riconoscimento nel gruppo dei coetanei, mostrandosi maggiormente disinibiti e loquaci.

Tutto ciò comporta rilevanti rischi per la salute ed espone i ragazzi a comportamenti pericolosi per se e per gli altri, tra cui la guida di auto e moto in stato di ebbrezza.

Sul palco centrale gli ospiti ed i protagonisti del mondo delle corse hanno raccontato la loro esperienza e trasmesso l’importanza della prevenzione e della tutela della salute che passa dalla filosofia di apprezzare la vita sana dal punto di vista sportivo allo scopo di avere un comportamento consapevole sul consumo di alcolici.

I Motoclub Albenga, Alassio, Loano e Riviera hanno impegnato una parte significativa dello spazio con i loro gazebo dove erano poste le moto utilizzate dai loro piloti nelle competizioni.

In particolare i MC Albenga e Loano, coadiuvati dall’istruttore federale Alex Mondo, hanno allestito un’area prova di moto da trial per bambini dove i giovanissimi piloti del MC erano impegnati sugli ostacoli artificiali dell’area per dimostrare passione e divertimento in piedi sulle pedane.

La festa ha cosi potuto avvicinare i ragazzi al contesto e trasmettere un messaggio positivo da questo evento, nato quasi per caso da una intuizione di Davide Carosa, che verrà sicuramente replicato l’anno prossimo con l’obiettivo di diventare un progetto itinerante sul territorio nazionale.

CLICCARE PER LA RACCOLTA FOTO

Altre da Notizie

Iscriviti alla newsletter FMI

Per essere sempre aggiornato su tutte le attività FMI