GITE SOCIALI E MOTOINCONTRI

Recentemente l’Avv. Paolo Turci, felicemente rappresentato nella foto, componente del Dipartimento Normative Fuoristrada Federmoto e referente legale di FMI Liguria ha illustrato sulla rubrica “Genova in Moto del Secolo XIX”, curata dal Giornalista Alessandro Palmesino le modalità più corrette dal punto di vista legale per gestire un motoincontro o un motoraduno affinché ogni inconveniente possa essere superato senza creare complicazioni per chi lo organizza.

Si riporta integralmente la chiarezza della sua esposizione per chi si avvicina al mondo del turismo in moto.

“Che cosa c’è di più bello del trascorrere il fine settimana con amici con cui si condivide una passione?

Visto che le due ruote sono una delle più comuni sono numerosissime le occasioni in cui solerti volontari organizzano o altre manifestazioni caratterizzate dall’uso di moto.

Anche quando questi incontri sono minimali e del tutto privi di scopo di lucro, occorre però che gli organizzatori ricordino sempre alcune semplici regole di base.

I promotori di una riunione da svolgersi in luogo pubblico devono preavvertire la Questura almeno tre giorni prima (articolo 18 del Testo Unico di Polizia).

Inoltre, ogni manifestazione su strade aperte al pubblico che “rivestisse elementi di competitività” deve essere autorizzata ai sensi dell’art.9 del Codice della Strada.

E ancora, è consigliabile dotarsi di una copertura assicurativa per la responsabilità degli organizzatori, a prescindere dalla copertura dei singoli motocicli.”

La circolazione dei veicoli è considerata dal codice civile “attività pericolosa” e quindi è particolarmente gravoso il regime probatorio a cui deve sottoporsi un organizzatore eventualmente fatto oggetto di un reclamo per danni.

Per fare un esempio, anche dalla recente sentenza di Cassazione 28421/17 – relativa ad un giro di camper – si possono trarre argomenti per confermare che se un organizzatore non valuta bene il percorso proposto ai partecipanti, può poi dover rispondere dei danni subiti dai veicoli a causa di questo.”

F.M.I fornisce agli organizzatori le garanzia assicurative necessarie con il rilascio del nulla osta per l’organizzazione dell’evento di aggregazione più pertinente al tipo di manifestazione che si vuole ottenere, motoincontro o altro.

Si evidenzia anche che una gita sociale tra iscritti di un mc ha una copertura assicurativa immediata attivabile semplicemente con una comunicazione al comitato regionale.

Si rimanda al link specifico per le informazioni di dettaglio sulla GITA SOCIALE e si evidenzia anche l’annesso al Mototurismo FMI per tutelare l’organizzazione di un motoincontro o di qualsiasi altro evento turistico.

Buon divertimento.

Altre da Mototurismo

Iscriviti alla newsletter FMI

Per essere sempre aggiornato su tutte le attività FMI